skip to Main Content
 D7M4155

API UMBRIA – ASSOCIAZIONE PER LE IMPRESE DELL’UMBRIA

LEGGE 181/89. BANDI APERTI PER I CONTRIBUTI PER LE AREE DI CRISI INDUSTRIALE.
INVITALIA: sostiene il rilancio delle aree colpite da crisi industriali e di settore.
FINALITÀ: creare nuovi posti di lavoro attraverso l’ampliamento, la ristrutturazione e la delocalizzazione degli stabilimenti produttivi.
AGEVOLAZIONI DELLA LEGGE 181/89: La legge 181/89 finanzia programmi di investimento produttivo o programmi per la tutela ambientale, completati eventualmente da progetti per innovare l’organizzazione.
Finanziabili anche gli investimenti per tutela ambientale, turismo e innovazione organizzativa
INVESTIMENTI MINIMI: gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1,5 milioni di euro.
AGEVOLAZIONI FINANZIARIE: Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile con contributo a fondo perduto in conto impianti, contributo a fondo perduto alla spesa, finanziamento agevolato. Gli incentivi si applicano con specifiche modalità per ogni area di crisi.
RESTART ABRUZZO: DOTAZIONE FINANZIARIA: 15 milioni di euro.IMPORTO MINIMO INVESTIMENTI: 1,5 milioni di euro.CHIUSURA SPORTELLO: ad esaurimento risorse.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE LIVORNO: Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. CHIUSURA SPORTELLO: fino a esaurimento delle risorse disponibili.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE NON COMPLESSA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA: Dotazione finanziaria: 4.308.874 €. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni di euro. Chiusura sportello: fino ad esaurimento risorse.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE NON COMPLESSA DELLA REGIONE PIEMONTE: Dotazione finanziaria: 5.915.576. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni di euro. Chiusura sportello: 19 marzo 2019.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE NON COMPLESSA DELLA REGIONE MARCHE: Dotazione finanziaria: 5.092.070. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni di euro. Chiusura sportello: 1 aprile 2019.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA DI VENEZIA: Dotazione finanziaria: 20 milioni. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. Aree agevolabili: Comune di Venezia. Chiusura sportello: 15 aprile 2019.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE NON COMPLESSA DELLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA: Dotazione: € 9.099.925. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. Chiusura sportello: fino ad esaurimento risorse.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA DI FROSINONE: Dotazione finanziaria: 10 milioni. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. Chiusura sportello: 30 aprile 2019.
AREA DI CRISI INDUSTRIALE PROVINCIA DI BRINDISI: Dotazione finanziaria: 14,9 milioni. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. Chiusura sportello: 28 maggio 2019.
AREA DI CRISI DEL COMUNE DI BRINDISI: Dotazione finanziaria: €10.300.000. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. Chiusura sportello: 28 maggio 2019.
AREA DI CRISI DEL TERRITORIO SALENTINO-LECCESE: Dotazione €18.600.000. Importo minimo investimenti: 1,5 milioni. Importo massimo investimenti: 3 milioni. Chiusura sportello: 28 maggio 2019.
AREA DI CRISI DI GELA: Dotazione finanziaria: €25.000.000. Importo minimo investimenti ammissibili: 1,5 milioni. Chiusura sportello: 14 maggio 2019.
AREA DI CRISI DELLA CALABRIA: Dotazione finanziaria: €6.000.000. Importo minimo investimenti ammissibili: 1,5 milioni. Chiusura sportello: fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

IL SEGRETARIO – STELVIO GAUZZI 3358380040

Back To Top