skip to Main Content
Assisi 2
  • News

Fin dalla sua ideazione e costituzione API UMBRIA – Associazione per le Imprese dell’Umbria ha sempre ribadito di pensare e progettare la sue attività di supporto e rappresentanza delle imprese associate, al di fuori della “Politica” segnatamente espressa dai partiti, in quanto lontana anni luce dalle reali condizioni delle micro e piccole imprese dei nostri territori.
La fortissima crisi economica e sociale di questi ultimi 10 anni ha rimarcato, qualora necessario, la netta differenza esistente tra il mondo reale (imprese, cittadini, giovani, anziani) e quello virtuale …….
Non passa giorno che aziende a noi associate sottolineano la difficoltà di proseguire le proprie attività, sempre più preoccupate di indebitarsi per una crisi economica che in Italia non vuole concludersi e dove il Governo non è mai stato pronto a studiare provvedimenti seri a favore delle imprese e del lavoro.
In tutto questo buio però leggiamo che qualcuno, almeno per il Comune di Assisi, si pone il problema delle tasse (IMU) sulle imprese artigianali e commerciali e ne denuncia le incongruità rispetto ad altre attività.
Nello specifico, letta la nota inviataci dai Consiglieri Comunali – Giorgio Bartolini – Emidio Fioroni – e – Moreno Fortini –, API UMBRIA – Associazione per le imprese dell’Umbria ritiene coerente la richiesta dei tre Consiglieri di diminuire, così come già avviene per gli albergatori, l’aliquota dell’IMU portandola dallo 0,86 allo 0,76.
Alla luce di quanto sopra chiediamo al Sindaco di Assisi di mettere le imprese locali, qualunque siano le attività svolte, sul medesimo livello visto che l’economia di un territorio sarà sempre trasversale rispetto alle attività presenti.

Back To Top